Napoleone

#theMuse

Prefazione (di Matteo Bonifacio)

Credevo di conoscere Lorenzo Angeli, ma in realtà non lo conosco e di questo ne sono felice. Perché se sai come è fatto quell’esploratore…allora non è esploratore. Se sai come è fatto Napoleone, non è Napoleone...

In questa poesia apparentemente cerca la sua città donna, ma io credo che ci indichi il suo continente Amore. Napoleone ne conquistò uno, il nostro Europa, inc un Baleno.

In questi versi leggo il suo Dio, i suoi valori, le sue speranze, ma…diavolo cane…la sua capacità di raccogliere sfide; come quella lanciata da un gentile Sig.ra AnnaLaura che dal nostro azzurro mediterraneo, ci ha fatto scrivere poesie a tutti. E per farla scrivere a Lorenzo, credetemi, il premio lo merita lei. A Lorenzo piace la parola Land Mark, il marcatore, insomma quello che metti sul campo di battaglia per indicare agli eserciti una regole nuova, una nuova trincea, una linea Maginot..questa sua poesia è un Land Mark, perché…onestamente, io ci vedo quello che videro gli astronauti dell’Apollo 13 e gli stessi Pink Floyd. The Dark Side of the Moon. Credo che questo signorino incredibile con questa “Poesicucola” abbia piantato una nuova bandiera sulla luna, come si dice…un piccolo passo per un uomo, un passo gigantesco per l’umanità. Troppo? No. Perché vedrete che sorprese avrà per voi. Potete anche esiliarlo a St.Elena. Ma io so che lui tornerà. Io mi sono già affittato una barchetta per portarlo in Europa che credo lui conquisterà. Al posto mio.

Saluti
Matteo

——————————————————

Napoleone

Non sopporto le transazioni,
il "das ut dem"
di un'ora insieme per un'equazione.

La vedo ogni giorno in cella
e le tendo la mano,
ranocchio ma principe,
"Esci con me".

E invece il sole lo preferisce a scacchi,
la danza, nello spazio esiguo della cella,
l'acqua, bassa a metà gamba.

Eppure vedo il desiderio
per quella libertà mancata.
Ed io ogni giorno, davanti alla cella, mi presento:
"Piacere, Napoleone".


BY-SA 4.0